Sospetti un danno in seguito ad un intervento?

Scopri quali sono i passi da seguire e verifica la tua situazione.

I danni per un errore avvenuto durante un intervento di neurochirurgia possono avere conseguenze severe per i pazienti

Si tratta spesso di interventi e/o trattamenti delicati, da eseguirsi con la massima attenzione e precisione.

È sufficiente un semplice movimento errato, a volte, per causare una lesione al tessuto che protegge il midollo spinale e provocare così danni irreversibili a carico delle radici nervose, causando un peggioramento notevole della qualità della vita del paziente.

Bisogna quindi poter dimostrare le responsabilità dell’accaduto e quantificare con precisione il danno patito.

Ed affidarsi ad un professionista in grado di muoversi in queste spinose questioni è la prima decisione da prendere.

Cosa fare in caso di errore medico in neurochirurgia?

$

Ci sono dieci anni di tempo per richiedere il risarcimento del danno subito a causa di un errore medico nel corso di un intervento neurochirurgico. Se ritieni di esserne stato vittima, la prima cosa da fare è richiedere la consulenza di un avvocato specializzato in casi di malasanità: un avvocato con esperienza consolidata nel settore può fare la differenza, perché può aiutarti sin da subito a fare i passi giusti per ottenere un equo risarcimento senza rischi e perdite di tempo

Contattaci per informazioni dettagliate

Principali Errori

Per evitare di sprecare migliaia di euro in cause legali senza esito, rivolgiti a professionisti esperti. Le conseguenze di un errore medico sono un fardello più che sufficiente per il paziente costretto a conviverci.

Cauda Equina

Cauda Equina

La sindrome della cauda equina è una grave condizione patologica conseguente alla compressione delle radici nervose che si localizzano nel canale lombare.

leggi tutto

Contattaci per informazioni